Dario Ballantini Arte, il progetto digitale di galleria emozionale con le opere del pittore livornese

Viene presentato il progetto di “Galleria Emozionale” dell’artista Dario Ballantini, che si sviluppa completamente online fra spazi web e social media. Il noto pittore livornese, reduce dal successo della sua “Antologica 1980-2020”, è entusiasta di questo progetto digitale volto a mettere a disposizione del pubblico una sorta di mostra “virtuale” permanente con una selezione delle proprie opere, da vivere in modo immersivo grazie alle nuove tecnologie online.

Un modo anche per rivolgersi al pubblico internazionale che ha imparato a conoscere Dario attraverso le molte esperienze internazionali come ad esempio la realizzazione di un’opera di 10 metri all’ingresso della prestigiosa Metropolitan International School of Miami, la “copertura” della scala dell’Architetto Maroni al Vittoriale degli Italiani (BS), il murale di 19 metri nel famoso quartiere dei muralisti Wynwood Walls a Miami, la personale all’ArtMoorHouse di Londra.

L’idea si fonda sulla crossmedialità per fondere contenuti testuali, immagini, video che vengono diffusi attraverso tutti i social media con al centro a fare da galleria d’arte il sito web www.darioballantiniarte.it progettato per essere consultato da tutti i dispositivi sia desktop che mobili. All’interno del sito web le opere vengono presentate in modo innovativo ed emozionale attraverso una moltitudine di contenuti, fra cui le clip video che raccontano la genesi dell’opera con le parole di Dario e la voce di Stefano De Sando, mentre scorrono le immagini in movimento del quadro.

Dario Ballantini, livornese classe 1964, svolge l’attività pittorica da 40 anni. È un pittore gestuale, per certi versi angosciato dalle slabbrature del tempo e del colore. Di lui Achille Bonito Oliva dice “come artista è autentico: ha forza espressiva, senso del colore, capacità di disegno e dominio dello spazio”, mentre Luciano Caprile racconta di “dipinti che nei diversi momenti del loro travagliato divenire, costituiscono la riscoperta di un angolo importante, poco esplorato di noi stessi”.

“Dario Ballantini / Arte” è un progetto online articolato e ricco di sfaccettature che abbraccia tutti i canali digitali oltre al web, utilizzando le diverse possibilità offerte anche dai social media strutturando i contenuti affinché siano personalizzati per ogni piattaforma, come ad esempio i caroselli di Instagram, i puzzle di Facebook, i video di YouTube, le bacheche di Pinterest.

L’idea prende forma nei vari incontri in video conference fra Gabriele Gobbo e Massimo Licinio, che coinvolgono subito Dario Ballantini. Assieme condividono la visione comune di portare nel mondo digitale la più classica delle arti: la pittura. Un ampio progetto di digital innovation che abbraccia una vision globale per ampliare il pubblico del mondo dell’arte, sfruttando quello che la tecnologia mette oggi nelle mani delle persone curiose ogni giorno. Ma che è solo un punto di partenza perché si avrà uno sviluppo costante seguendo l’evoluzione del mondo tecnologico del futuro.

Grazie alla multicanalità di internet verranno via via presentate diverse opere e contenuti che cambieranno nel tempo, per avere sempre esperienze diverse e fare un viaggio nell’arte di Ballantini.

Per vivere l’esperienza completa è sufficiente collegarsi al sito darioballantiniarte.it con qualsiasi dispositivo mobile e desktop e da lì visitare le opere o collegarsi a tutti i social network integrati nella vasta comunicazione progettata ad hoc: Facebook, Twitter, Pinterest, Instagram, YouTube e Tumblr.

—————————

Gabriele Gobbo
Digital specialist e social media strategist, è docente presso lo IED di Milano. Con la sua azienda MacPremium sviluppa da oltre 20 anni progetti digitali integrati per aziende e personaggi noti. Coordina diversi eventi digital nazionali, ha fondato la social community Italiamac e conduce il programma multipiattaforma FvgTech.

Massimo Licinio
Massimo Licinio Classe 1963, da sempre appassionato di musica, arte e architettura, dal 1985 si occupa di management artistico. Nel 1988 con l’arrivo di Striscia La Notizia investirà in diversi artisti emergenti fra cui Dario Ballantini che spronerà a riprendere la passione per la pittura, portandolo negli anni nelle più importanti gallerie d’arte italiane. Tra le molteplici esposizioni l’ultima antologia Livornese e ricordiamo quella del 2009 alla Triennale Bovisa dal titolo” Identità Artefatte” unendo Ballantini nelle sue due anime di trasformista e pittore con la partecipazione di personaggi come Lucio Dalla, Enrico Ruggeri, Remo Girone, Enrico Mentana, Antonio Ricci e Mario Lavezzi e molti altri. Nella sua carriera ha collaborato ed anche prodotto alcuni programmi radio e tv, fra cui Ottovolante su RadioDue, Magicland su Italia1, Ridi Rai Luci del Varietà e Vintage People su Radio1. Nel 2014 nasce un progetto Teatrale “Da Balla a Dalla” e ne cura la Regia, a seguire “Ballantini Petrolini” entrambi tutt’ora in scena.

Dario Ballantini
Livornese, classe 1964, svolge l’attività pittorica da 40 anni. È un pittore gestuale, per certi versi angosciato dalle slabbrature del tempo e del colore; le maschera, esibendosi in esagerate caricature televisive di personaggi famosi. Affascinato dall’espressionismo e dall’action painting più figurativo, ricorda De Kooning, ma arricchisce i suoi dipinti con colature, schizzi e colpi di pennello. È ossessionato dal vuoto di fondo di un mondo pieno di varianti infinite. Ritrae dipingendo sempre lo stesso volto anonimo, apportando variazioni di un tema visivo che assume i contorni mentali di una maschera, quella dell’uomo, quale tutti noi siamo chiamati ad essere.

CONTATTI:

Per informazioni e interviste:
Parte tecnologica: [email protected]
Parte artistica: [email protected] – +39 02 91573316
Dario Ballantini: [email protected]

More
Close